Scuola Normale di Pisa | Collegio Carducci

Pisa

Rifunzionalizzazione e messa a norma del collegio Carducci

Il Collegio Carducci, adibito a studentato degli allievi della Scuola Normale Superiore di Pisa, è collocato nella parte meridionale del centro storico di Pisa, alla Via Turati al n° 35.

Si configura con un impianto costruttivo costruito da otto livelli compreso il piano terra oltre la copertura per un’altezza complessiva di circa metri 23.

La struttura, realizzata nel 1960, è costituita da un’ossatura di travi e pilastri in cemento armato con solai latero-cementizi orditi prevalentemente in una sola direzione, e platea di fondazione in c.a. dello spessore di circa 50 cm. La volumetria complessiva è pari a circa 15.730 mc per una superfice complessiva di 5.000,00 mq.

L’intervento progettato da Aires Ingegneria – capogruppo mandataria di un RTP – è finalizzato in maniera organica sia all’adeguamento sismico, che ad un completo ammodernamento dell’edificio con modifiche architettoniche, distributive, funzionali, acustiche, impiantistiche mirate, da un punto di vista dell’efficientamento energetico, a rendere il Collegio in “edificio a energia quasi zero” (nZeb).

In definitiva l’obiettivo progettuale è stato quello di restituire agli studenti un edificio sicuro, rinnovato e accogliente,

I criteri che hanno caratterizzano gli interventi strutturali proposti sono distinguibili rispetto a due finalità: messa in sicurezza delle strutture per le azioni verticali attraverso una serie di interventi localizzati; adeguamento sismico dell’intera struttura attraverso la realizzazione di un nuovo sistema sismo-resistente costituito da pareti in c.a. (fondate su nuove platee su pali tubovalvolati tipo Tubfix) al primo e al secondo livello e controventi dissipativi isteretici in acciaio ad instabilità impedita per i restanti piani.

La disposizione degli elementi strutturali integrativi è stata studiata in modo da garantire l’equilibrio tra le necessità strutturali, in termini di ottimizzazione del comportamento dinamico dell’edificio, e le esigenze funzionali legate alla fruibilità e alla vivibilità degli spazi e alla diversa destinazione d’uso degli ambienti (ambienti residenziali, sale comuni polivalenti, auditorium etc.).

Il progetto esecutivo è stato approvato nel mese di ottobre 2019, per un importo complessivo delle opere di circa euro 4.800.000,00.

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Per chiudere questo banner puoi cliccare sul tasto "Acconsento". Per scoprire come disabilitare i cookie vai alla pagina Informativa Cookie.